Pizza, nduja e lacrime di coccodrillo

domenica, novembre 11th, 2007

La NdujaA cena ho mangiato la pizza fatta in casa, condita con mozzarella pomodoro e nduja (originale di Spilinga).

Certo non è il massimo se si vuole dimagrire, però era proprio buona!

L’aspetto psicologico è sicuramente fondamentale quando si ha a che fare con i disturbi di peso. Una delle situazioni tipiche è quella in cui, dopo aver ceduto ad una tentazione, si hanno dei rimorsi molto forti e ci si butta giù.

Spesso, sopratutto quando mangio schifezze perché ho la fame nervosa, mi pento pensando tra me e me “ma chi me l’ha fatto fare, non era fame ero solo nervoso..”

Altre volte, quando a tentarmi è qualcosa di delizioso come una pizza con la nduja fatta in casa, un piatto di carbonara fatto come dico io o uno strudel, proprio non ci riesco… mangio e… me ne frego!

Forse ho un atteggiamento sbagliato?

Sono convinto che  trovare un equilibrio tra bisogni del corpo (dimagrire e fame) e quelli della mente sia fondamentale..oggi ho mangiato la pizza e sono sereno,  domani sarò sereno perché avrò resistito ad una tentazione…devo cercare di non buttarmi giù, sennò poi sto peggio (e mangio anche di più).

Nel frattempo mi interrogo sul fatto che forse domani non ce la farò a resistere alle tentazioni mentre oggi ho certamente ceduto.

Un bel dilemma!

Popularity: 3% [?]