Terza settimana di dieta, andiamo avanti con successo

mercoledì, settembre 23rd, 2009

Sono alla terza settimana di dieta e devo dire che le cose vanno bene.

Dall’inizio ho perso circa 5kg, massa muscolare e prestazioni sportive in forte crescita. Il metabolismo ha risposto bene, è passata la fame che mi faceva diventare matto i primi giorni e tutto sembra procedere per il meglio.

Da metà della settimana scorsa ho poi introdotto circa 40 minuti di palestra durante la pausa pranzo in ufficio: 10 /12 minuti di corsa spinta sul tapis roulant (9 km all’ora che salgono a 11 negli ultimi due minuti) poi cerco di fare almeno tre fascie muscolari con esercizi non troppo pesanti per non imballare i muscoli in vista dell’allenamento serale.

Il mio obiettivo in palestra è quello di rinforzarmi per evitare infortuni e bruciare qualche caloria in più, e direi che la cosa funziona. Oggi non potrò andare perché devo fare dei giri e già ne sento la mancanza… un ottimo sintomo!

Per quel che riguarda le infrazioni alla dieta sabato scorso ho mangiato un po’ di schifezze messicane in un centro commerciale, e giovedì dei nachos con formaggio al cinema, fortunatamente non ne ho risentito al livello di peso anche se mi è pesato dal punto di vista della sazietà (prossimamente scriverò un approfondimento sul rapporto tra cibi grassi e senso di sazietà).

Credo anche che scriverò presto qualcosa per descrivere i personaggi che incontro in palestra…è uno spaccato di società non indifferente

Popularity: 2% [?]

Ripartire non è stato troppo difficile

lunedì, settembre 7th, 2009

La prima settimana di dieta e sport è passata.

E’ stata dura, soprattutto i primi giorni in cui la dura preparazione atletica si sovrapponeva al ritorno a dieta ed al ritorno in ufficio,  fortunatamente la grande quantità di endorfine che mi ha dato lo sport e l’immensa pazienza di mia moglie mi hanno aiutato a superare l’impatto iniziale.

Ho superato indenne, ovvero mangiando tutto ma moderatamente, un matrimonio cui ho partecipato sabato e anche la domenica a casa bene.

La bilancia stamattina mi dava circa 2 kg di meno rispetto a lunedì scorso. Mia moglie dice che mi sono sgonfiato molto e anche io mi sento bene.

So bene che ho solo perso liquidi e che la parte più difficile deve ancora arrivare. Ma partire bene è stato importante.

In questo momento i miei colleghi d’ufficio sono in un’altra stanza a mangiare una torta fatta dalla mamma di una collega tornata oggi al lavoro.

Mi prendo questi 5 minuti per ricordarmi che anche se è difficile dire di no alla torta della mamma di Rita, ne vale la pena.

E che ce la posso fare.

Popularity: 1% [?]

La lunga lista – quello che devo cambiare nella mia vita per dimagrire

martedì, luglio 28th, 2009

Questo è un periodo dominato dal pessimismo.

  • Non va molto bene al lavoro dove si parla di mobilità (la famosa crisi ha colpito anche la mia azienda)
  • Non va bene per le ferie che sono lontane e costose
  • Non va bene per lo sport perchè è tutto fermo e non ho la forza di volontà necessaria per allenarmi da solo.
  • Non va bene per la dieta perchè sono nervoso e mangio di più

homer-writeVolevo quindi scrivere un articolo chiamato “i motivi percui non ce la farò a dimagrire” elencando una serie di problemi, ma , visto che questo è un blog che in teoria deve aiutarmi a dimagrire, ho deciso di scirvere un articolo elencando le cose che devo cambiare nella mia vita per dimagrire.

  1. Rispettare le dosi: Se la colazione prevede 4 fette biscottate con 2 cucchiani di marmellata (1/2 x  fetta) devo smetterla di comprare confetture a pezzettoni impossibili da spalmare così devo mettere per forza un cucchiaino per fetta biscottata
  2. Non concedermi extra: se la dieta non prevede il gelato alla frutta dopo un pranzo completo di primo, secondo,frutta, verdura e pane evidentemente non devo prendermelo
  3. Assaporare la vita come viene: basta con lo zucchero nel caffè
  4. Evitare le cattive amicizie: non accompagnare più il mio caffè con i biscotti
  5. Amare la mia terra: rifugiarmi nella pasta pomodoro e basilico o nel pollo ai ferri quando intorno a me mangiano Tortillas messicane con carne speziata, mozzarella, fagioli dolci, salsa al formaggio messicana, salsa di peperoni piccante.
  6. Amare la semplicità: la sete d’estate si placa con l’acqua fredda e non con la birra ghiacciata
  7. Amare il mio quartiere: omaggiandolo con frequenti corsette
  8. Amare il mio cane: portandolo con me quando corro (notabene: correre smuove l’intestino ai quadrupedi, quando si esce a correre con il cane 1 sola bustina per raccogliere gli escrementi non basta)
  9. Amare il mio fegato: basta con i fritti in pizzeria, basta con la birra in pizzeria, basta con il tiramisù in pizzeria. La dieta prevede una pizza a settimana, non una pizzeria a settimana.
  10. Amare i sapori semplici:  evitare i 500 grammi del barattolino Sammontana variegato alla crema preso come spuntino serale in favore di un frutto di stagione o uno jogurt magro
  11. Essere più indipendente: portare sempre con me il dolcificante
  12. Amare la natura: e i suoi frutti impegnandomi a lavare e cucinare le verdure
  13. Valorizzare i miei asset: facendo tornare a lavorare a tempo pieno macchina del pane e macchina del vapore
  14. Essere previdente: riprendere l’abitudine di comprare la frutta da tenere in ufficio per gli spuntini all’inizio della settimana.
  15. Amare la mia famiglia: evitando i comportamenti sbagliati tenuti negli ultimi 3 mesi che mi porterebbero a morire entro i 50 anni di infarto o  ammalarmi di diabete.
  16. Amare me stesso: smettere di vedere il cielo grigio, tornare di buonumore e affrontare la dieta con l’energia che avevo a ottobre.
  17. Essere determinato: riiniziare a ripetermi che ce la posso fare a dimagrire e rimanere magro.

Per ora i punti sono 17 e sono in ordine sparso mi riservo di aggiungerne altri strada facendo magari anche grazie ai vostri commenti.

Scriverli mi ha fatto bene..ce la posso fare.

Popularity: 2% [?]

La dieta del rugbista

venerdì, dicembre 5th, 2008

RugbyVisti i buoni risultati ottenuti vorrei condividere con voi la dieta che sto seguendo.

L’ho chiamata dieta del rugbista perché ho visto che si concilia bene con lo sport che pratico dal momento che ho riscontrato un ottimo calo di peso senza alcuna perdita della massa muscolare. Trattandosi di una dieta molto equilibrata immagino possa andare andare bene per tutti coloro che fanno sport.

Attenzione però! Questa è una dieta studiata per me, non è detto che possa andare bene a tutti: Le dosi sono tarate per una persona che ha un metabolismo basale di 2300 calorie e fa 8 ore di sport agonistico alla settimana. Quindi se invece che 1,85 siete alti 1,70, pesate 80 kg invece che 116 e l’unico sport che fate è la partita di calcetto con i colleghi dell’ufficio questa dieta potrebbe non essere adatta.

Raccomandazione importante per fare correttamente questa dieta (ma immagino tutte le diete) è che bisogna fare tutti i pasti, spuntini compresi. Altra raccomandazione:non si devono mai mangiare grassi cotti, ovvero scordatevi il soffritto per fare il sugo e prendete l’abitudine di toglierei il grasso alla carne prima di cucinarla sulla piastra. L’olio si può mettere solo a crudo nella misura di 4 cucchiaini per pasto, non di più e non di meno perché comunque è il nostro metabolismo ha bisogno anche di ingerire i grassi.  Ovviamente anche lo zucchero nel caffè deve diventare un bel ricordo.

Vediamo ora la dieta:

  • colazione:
  • 250ml di latte totalmente scremato o 200 di latte parzialmente scremato
  • 40 grammi di fette biscottate o 60 di pane comune (evitate quelli bianchi bianchi che si comprano al supermercato tipo pan bauletto del mulino bianco perchè sono pieni di grassi)
  • 20 grammi di marmellata di frutta, ovvero 2 cucchiaini, va bene una qualunque marmellata, anche fatta in casa; non serve insomma comprare quelle insipide e costosissime marmellate dietetiche
  • Spuntino della mattina:
  • 200 grammi di mele (circa 2) o (o l’equivalente in altri frutti o uno yogurt alla frutta magro o 25 grammi di Pavesini)
  • Pranzo:
  • 120 grammi di pasta (o alimento equivalente: 120 di riso o 250 di gnocchi o 350 di fagioli freschi..etc…etc.)
  • 120 grammi di manzo magro (o alimento equivalente: 170 di vitello, 220 di merluzzo, 70 di tonno, 80 di prosciutto crudo magro, 60 di bresaola…etc etc..)
  • 200 grammi di verdure (io ne mangio molti di più)
  • 25 grammi di olio di oliva, ovvero 4 cucchiaini
  • 90 grammi di pane comune (una rosetta)
  • 200 grammi di mele (o l’equivalente in altri frutti o 25 grammi di Pavesini)
  • Merenda:
  • Come la mattina ma, se la sera vi allenate, un panino con 50 grammi di prosciutto crudo magro, bresaola o speck, o 20 grammi di marmellata
  • Cena:
  • Come il pranzo ma solo con un cairboidrato, ovvero se fate la pasta niente pane, se prendete il pane niente pasta.. Una volta a settimana è permessa una pizza (non la capricciosa o la 4 formaggi però)
  • Spuntino serale:
  • Frutti come negli altri spuntini (senza Pavesini stavolta)

Evitare:

  1. Carni grasse: Oca, maiale grasso, gallina, castrato, frattaglie, interiora, animelle.. carni insaccate
  2. Pesci grassi: anguilla, capitone, caviale
  3. Formaggi grassi e stagionati (mascarpone, gorgonzla percorino…)
  4. Salse grasse ed elaborare, maionese, fritture in genere
  5. Frutta secca ed oleosa: noci, nocciole, mandorle, gelatine di frutta, cioccolata, caramelle, gelati, dolci e pasticceria in genere, frutta candita e sciroppata.
  6. Bevande zuccherate, aperitivi e digestivi, amari, liquori, superalcolici, vino ,birra, aranciata, coca-cola, sciroppi, acqua brillante o tonica.
  7. Limitare l’uso del sale da cucina

Nel corso della giornata si possono consumare the e caffè, si possono usare le spezie per condire il cibo, importante bere acqua in grande quantità, anche frizzante.

Considerazioni e suggerimenti:

Considerate che se utilizzate queste dosi vi alzerete da tavola belli sazi, anche se un sentirete la mancanza di certi sapori (in questo periodo ho una voglia di baccalà frutto o bombe fritte alla crema che mi si porta via).
Anche se giocate a rugby non avrete diritto alla birra del terzo tempo, ho notato però che bere una redbull un paio d’ore prima della partita non crea particolari controindicazioni (non la bevete se dovete stare in panchina però!). Rassegnatevi al fatto che una mela dovrà sostituire il panino con la porchetta del terzo tempo.
Suggerimento: se qualcuno in ufficio vi guarda quando alle 4 state mangiando il vostro panino al prosciutto rispondete che ve lo ha detto il medico.
Mangiate sempre lo spuntino prima di andare a dormire, vi aiuterà a sconfiggere la spossatezza tipica dei primi giorni di dieta o del giorno successivo all’allenamento.

Questo è tutto… sono ansioso di leggere commenti, considerazioni e suggerimenti.

Nota:L’immagine del rugbista con la birra l’ho tratta da questo sito dove è specificato che si tratta di una immagine royalty free.

Popularity: 26% [?]

In luna di miele con la dieta

martedì, dicembre 2nd, 2008

Mela a merendaBuonumore alle stelle! Sono appena tornato dalla visita dietologica. La bilancia del dottore dice che ho perso altri 2 kg nelle ultime due settimane, quindi ha quando ho iniziato la dieta il 6 novembre ad oggi, ovvero in meno di un mese ho perso 6,3 kg!

Veramente un ottimo risultato se si considera la grande varietà di cibi e le abbondanti porzioni che prevede la mia dieta.

Considerato che partivo da 122.4 con l’obiettivo di arrivare a  90 kg perdendone 32 posso dire di aver fatto quasi un quinto del percorso in meno di un mese e quasi 8 kg dalla data di inizio di questo blog.

Il percorso è ancora lungo, lunghissimo e so che la parte difficile deve ancora arrivare ma non posso non esprimere soddisfazione per questi primi incoraggianti risultati.

Ora speriamo che il ritmo non rallenti troppo. Il dottore mi ha dato appuntamento al 20 gennaio, le vacanze di natale sono alle porte e le tentazioni si sprecheranno. Mi ha autorizzato a mangiare nei giorni di festa (24, 25, 31, 1 ) e si è raccomandato che il giorno successivo io faccia la dieta e non il digiuno.

Ora come ora mi pare fattibile, ma riuscirò a mantenere la rotta davanti alle tentazioni tipiche del periodo natalizio??

Popularity: 1% [?]

13 giorni di dieta tra alti e bassi

lunedì, novembre 17th, 2008

Siamo al tredicesimo giorno di dieta.
Domani incontrerò il dietologo e con lui farò un bilancio ufficiale sul mio dimagrimento, vedremo peso, girovita e immagino lavoreremo insieme per tarare meglio la dieta.

Prima dei dati ufficiali voglio però fare una cronaca di questi primi giorni di dieta ed un  bilancio per quel che concerne il mio stato d’animo.

  • I primi tre giorni sono stati durissimi, la dieta è molto varia e le porzioni sono abbondanti, ma anche se mi alzavo da tavola sempre sazio, alla sera ero sempre molto affamato e nervoso. Non avevo nostalgia nè dei sapori nè della quantità, ma sentivo che comunque qualcosa era diverso, percepivo che il mio fisico era impegnato a cercare su se stesso i grassi che non stavo ingerendo. Sono stato particolarmente intrattabile ed ho faticato veramente tantissimo per rimanere nei binari.
  • I primi risultati si sono visti subito, già dal quarto girono il viso ha cominciato a sgonfiarsi, ho guadagnato un buco della cinta e la bilancia mi ha dato grandi soddisfazioni, quasi tre chili di meno nei primi 5 giorni.. ma facciamo attenzione perché i primi giorni si perdono soprattutto liquidi. La cosa più bella poi è la sensazione che il metabolismo stia accelerando, ci si sente più svegli e leggeri, l’ottimismo prevale. Quando si corre e si fanno le scale i chili persi anche se pochi si percepiscono sensibilmente. Ottimismo alle stelle.
  • Comunque la strada è in salita dopo degli allenamenti di atletica particolarmente duri al settimo giorno di dieta non sono stato bene, il giorno successivo ho avuto una sensazione si spossatezza, difficoltà nel concentrarmi, sonno, gambe e braccia pesanti. La brutta sensazione di spossatezza è stata fortissima per tutta la mattinata fino al pranzo, poi mi sono ripreso un pochino, nei giorni successivi andata pian piano meglio e solo oggi (a distanza di quasi una settimana e senza aver rifatto sport a causa del campo allagato) comincio a risentirmi bene. In questi giorni sono stato particolarmente nervoso.
  • Il peso non scende più…anzi di qualcosa è salito. Mia moglie, a ragione, si raccomanda con me di non pesarmi tutti i giorni perché altrimenti rischio di non percepire i miglioramenti. Ormai sono 5 giorni che la bilancia è ferma sui 120,4 kg. Immagino dipenda dal fatto che non mi sono potuto allenare e che un paio di volte ho rotto la dieta:
    1. Un collega alto atesino ci ha portato uno strudel (il mio dolce preferito) e ne ho presa una fetta
    2. Un paio di volte ho preso dopo pranzo il caffè con lo zucchero
    3. Al battesimo della mia seconda figlia ho mangiato la torta ed il giorno dopo ho cucinato una pastasciutta facendo un pesto con le noci, il radicchio ed il parmigiano avanzati dal buffet e della panna da cucina.
  • Sono pentito di aver rotto la dieta? certamente mi dispiace ma sinceramente penso che fosse giusto per me farlo, devo cercare di mantenere un equilibrio, non cedere mi avrebbe fatto stare peggio, mi sarebbe salito il nervosismo ed avrei corso il rischio di mandare tutto all’aria e di rompere la dieta con qualcosa di molto peggiore.

La strada è in salita, lo sapevo che non sarebbe stato facile e più di una volta ho pensato di mollare, correre alla macchinetta dell’ufficio e prendere uno o due snack alla cioccolata e caramello o comprarmi un mont-blanc in pasticceria e mangiarmelo tutto davanti alla tv.  Mi sono fatto forza e mia moglie mi ha sostenuto tantissimo. Il bliancio comunque è positivo, nonostante qualche debolezza alla fine ho retto.

Mi dispiace non aver trovato la forza di parlare sul blog delle mie sensazioni durante i periodi di pessimismo e nervosismo, mi ritrovo a scrivere qui solo quando le cose vanno bene, e non mi pare corretto. I bilanci quando si sta a dieta (se ci si riesce) in linea di massima sono positivi, ma quello che c’è tra un bilancio e l’altro è sacrificio, sofferenza e spesso pessimismo… tutte sensazioni che trovo giusto condividere nel momento in cui si tenta di fare un diario fedele del proprio percorso di dimagrimento.

Popularity: 9% [?]