Archive for the ‘Pericoli’ Category

Obeso per gioco?

mercoledì, novembre 9th, 2011

Uno scriteriato personal trainer americano ha deciso di abbandonare il suo splendido peso forma per ingrassare volontariamente di 36 Kg e poi fare il percorso al contrario…il tutto raccontato nel suo blog http://www.fit2fat2fit.com/.

Per me è un pazzo, anche se riuscirà nell’impresa e magari ne trarrà anche un buon risultato negli affari, la cosa segnerà negativamente il suo fisico. Questo ragazzo sta facendo del male al suo fegato.

Pare anche che la moglie si lamenti perchè è diventato instabile nell’umore ed ha un calo nell’appetito sessuale… mi stupirei del contrario..

Ora è nella fase finale della fase ingrassante… vi terrò aggiornati su questo suo scriteriato progetto

Popularity: 3% [?]

Pubblicità scorretta

lunedì, maggio 23rd, 2011

Stanno cominciando a comparire alcuni commenti di utenti che lasciano frasi telegrafiche tipo “Ottimo articolo mi avete illuminato” a parecchi degli articoli di questo blog. Fattore comune a tutti i commenti è quello che tutti riportano un link ad un sito che si occupa di chirurgia plastica ed estetica. Si tratta di una forma di pubblicità scorretta, non visibile dagli utenti e che tende ad influenzare i risultati dei motori di ricerca.

Me ne sono accorto ed ho rimosso tutti questi link.

 

Popularity: 3% [?]

La dieta del Gambero

martedì, ottobre 6th, 2009

disney-sirenegifs-ariel13Questi giorni sto provando la famosa dieta del Gambero.

Non la conoscete? vi dico subito come funziona:

Stai a stecchetto tutta la settimana, non rompi mai la dieta,  arrivando al venerdì mattina con un ottimo risultato, poi stai appresso ad impegni familiari ed eventi cui non puoi dire di no dove mangi come uno sfondato, così riprendi tutto quello che avevi faticosamente buttato giù ed anche qualcosa in più!

Si chiama dieta del gambero perché i gamberi vanno all’indietro e sinceramente mi pare proprio quello che mi sta accadendo.

Faccio molta fatica a dire no alle tentazioni e quando inizio a mangiare, sopratutto in contesti di buffet in piedi o dove comunque c’è competizione, poi non mi fermo più.

E’ un grosso problema che mi porto dietro e che temo non potrò risolvere solo con il raggiungimento del peso forma.

Mi devo ricordare di parlarne al dottore quando lo vedo.

Popularity: 4% [?]

Sei Obeso? niente assicurazione online!

martedì, settembre 15th, 2009

Per pura curiosità oggi sono andato sul sito della Genertel per vedere come funzionava l’assicurazione della vita online che pubblicizzano in televisone questi giorni.

Facendo il calcolo del preventivo ho scoperto tre cose:

  1. che se il tuo indice di massa corporea indica obesità media non puoi fare l’assicurazione
  2. l’importo del premio assicurativo non varia se hai un indice di massa corporea che indica obesità lieve  o sei normopeso.
  3. che per sottoscrivere l’assicurazione non bisogna aver avuto variazioni di peso superiori ai 10 kg negli ultimi 2 anni.

Per scrupolo sono quindi andato a cercare un’altra compagnia assicurativa che offra assicurazioni vita online arrivando al sito Onelife.it (gruppo Allianz), compilando il preventivo online ho visto che anche qui c’è lo stesso vincolo.

Onlelife.it inoltre applica una ulteriore discriminazione nei confronti delle persone che, anche occasionalmente, operano nella protezione civile.

Sicuramente è nei diritti delle compagnie assicurative che ho citato poter evitare di fare polizze assicurative a persone che ritengono a rischio, peccato però che si limitino ad escludere direttamente le persone piuttosto che offrire delle polizze specifiche (magari anche con un premio di molto superiore).

Popularity: 1% [?]

Una nuova ricetta per la torta di Mele da Cotto e Mangiato

giovedì, luglio 23rd, 2009

tortamele2

Una bella fetta della torta di mele di Benedetta Parodi

La trasmissione Cotto e Mangiato di Benedetta Parodi è una delle mie preferite, presenta ricette sempre buonissime e di facile preparazione.

Già in passato avevo pubblicato una ricetta della torta di mele presentata da Benedetta Parodi a Cotto Mangiato, oggi vi aggiorno con una nuova ricetta sempre della torta di mele e sempre presentata da Benedetta Parodi.

Una bella variante è che stavolta ci sono anche le nocciole e lo jogurt mentre diminuisce sensibilmente la quantità di burro.

La torta risulta molto soffice e varia positivamente l’apporto calorico visto che il burro passa dai 250 grammi della precedente ricetta agli attuali 70 .

Di seguito istruzioni per la preparazione e link al video

600 gr di mele, 3 uova, 200 gr di zucchero, 70 gr di burro, 70 gr di yogurt bianco, 50 gr di nocciole, 200 gr di farina, sale, una bustina di lievito.
Mescolare le uova con lo zucchero, aggiungere il burro e lo yogurt e infine la farina con lievito e sale. Versare metà dell’impasto ottenuto in una tortiera foderata di carta forno, tagliare le mele a fettine formare un primo strato, poi coprire con il resto dell’impasto e concludere con un altro strato di mele tagliate a fettine e disposte a raggiera. A piacere spolverizzare con zucchero di canna e cuocere in forno a 180° per 40-45 minuti.

Visualizza il video sul sito di video.mediaset.it

Popularity: 24% [?]

Cotto e mangiato: la torta di mele di nonna Vera …come dire di no?

giovedì, marzo 26th, 2009

La golosità è la mia rovina.

parodi

Benedetta Parodi

L’altro giorno ero a casa ad ora di pranzo e facendo zapping alla ricerca di un telegiornale decente sono incappato in una rubrica del TG 5 che si chiama “Cotto e mangiato“.  Sono quindi stato completamente rapito da un servizio di un minuto e quaranta nel quale Benedetta Parodi ha illustrato la ricetta della torta di mele di Vera,  la nonna di Silvia Carrera della redazione del TG 5.

Da quando ho visto il servizio la torta di mele è diventata una ossessione e non vedo l’ora di poter avere una mezz’oretta di tranquillità per cucinare, e mangiare ancora calda la torta di mele presentata dalla Parodi.

So già che non potrò resistere a questa tentazione e che la mia dieta quel giorno andrà a farsi benedire.

Vi riporto di seguito la ricetta.

  • Impastare 250 grammi d burro e 250 di zucchero;
  • 3 tuorli d’uovo;
  • 250 gr. di farina precedentemente mischiata con una bustina di lievito (passata nel passino per evitare grumi);
  • montare a neve gli albumi delle uova ed incorporarli delicatamente  con l’impasto dal basso verso l’alto;
  • tagliare a spicchi e poi a fettine sottili 3 o 4 mele golden o renette;
  • versare l’impasto in una toriera foderata di carta forno;
  • inserire le fettine di mele a raggiera nell’impasto (più ne mettete meglio è);
  • cottura in forno 180 gradi per 40 minuti;
tortadiemele

La Torta di Mele cucinata da Cristina Parodi

Per chi volesse sul sito Video di Mediaset è disponibile il video del servizio.

Popularity: 100% [?]

Da uno studio sui ragazzi obesi alle visite di leva: l’azione combinata di obesità e fumo negli adolescenti influisce sulla mortalità

giovedì, febbraio 26th, 2009

full-metal-jacket

Il Sergente Hartman ed il soldato Palla di Lardo nel film Full Metal Jacket

Il British Medical Journal ha pubblicato un interessante studio secondo il quale gli adolescenti che a 18 anni sono obesi e fumatori hanno un tasso di mortalità superiore rispetto ai coetanei che non hanno tali problemi.

Lo studio è stato condotto dagli autorevoli Karolinska University Hospital di Stoccolma e Uppsala University Hospital di Uppsala  in Svezia con l’obiettivo di approfondire l’incidenza di sovrappeso e abitudine al fumo nell’età adolescenziale sulla mortalità degli adulti.

Per raggiungere l’obiettivo i ricercatori hanno fatto riferimento ai registri delle visite di leva dell’esercito svedese, al registro delle cause di morte e ai dai censimenti della popolazione, analizzando un targhet di 45 920 uomini svedesi seguiti per la bellezza di 38 anni.

I risultati sono preoccupanti perchè Le analisi hanno rivelato che per quelli che nel periodo in cui sono stati esaminati erano sovrappeso, il rischio di morire prematuramente era tre volte più alto rispetto ai soggetti normopeso, mentre l’essere obesi più che raddoppiava il rischio.

I ricercatori fanno notare che questi rischi sono confrontabili con quelli associati al fumare. “Nella tarda adolescenza il sovrappeso si è rivelato rischioso quanto fumare da 1 a 10 sigarette al giorno, mentre l’obesità quanto il fumare oltre 10 sigarette al giorno,” scrivono gli scienziati.

Che fregatura: non solo l’adolescenza fa schifo quando sei obeso, ma non puoi neanche goderti la vita quando bene o male dell’obesità, salvo che per motivi clinici, te ne dovrebbe fregare poco o niente, ovvero dopo i 50 anni.

Considerazioni sarcatische a parte questo studio ci dovrebbe far riflettere sull’importanza di educare i nostri figli ad avere dei regimi alimentari corretti e fare attività fisica (oltre che ovviamente non fumare, non drogarsi, non fare i bulli a scuola…).

Che lavoraccio fare i genitori!

Popularity: 2% [?]

Mc Donald’s – Amore, odio e generalizzazione

martedì, febbraio 10th, 2009
SuperSizeMe

La locandina del film Super Size Me

Cosa pensate se vi dico Mc Donald’s?

Spulciando nei ricordi i più giovani forse penseranno a feste di compleanno mentre i meno giovani a quando ci sono andati per la prima volta all’estero.  Chi abita a Roma ed ha la mia età immagino penserà a quando si andava a quello di Piazza di Spagna e poi si proseguiva facendo “lo struscio” su Via del Corso.

Più o meno tutti faremo un lungo sospiro pensando al sapore di alcuni prodotti (io impazzisco per il Sundae al cioccolato) ed un altrettanto lungo respiro pensando a quanto i cibi saporiti venduti dalla celebre multinazionale possano essere dannosi per il nostro fegato.

Girando per la rete ho trovato questo simpatico video che introducendo il “Big Butt Menu” enfatizza uno degli principali effetti  collaterali  che il consumare pasti troppo spesso al Mc Donald’s può provocare.

Il dietologo mi ha proibito nella maniera più assoluta di frequentarlo, dicendomi che, se anche prendessi un hamburger senza nulla, farei un danno alla mia dieta perchè al Mc Donald’s anche il pane è incredibilmente grasso.

Per ora quindi non se ne parla. Una volta finita la dieta però ci tronerò di tanto in tanto, perchè, anche se non paragonabile in termini di sapori con quanto offerto dalla cucina italiana, per il pasto al volo quando si ha fretta e si vuole spendere poco il Mc Donald’s rimane un punto di riferimento.

Popularity: 1% [?]

Giorgia Meloni: il giovane ministro contro la cultura che porta ai disturbi alimentari

venerdì, novembre 28th, 2008

Ho letto con piacere la dichiarazione del Ministro della Gioventù Giorgia Meloni relativamente al pessimo esempio alimentare che viene portato dal programma  l’Isola dei Famosi, programma nel quale i concorrenti ora digiunano, ora si abbuffano (ed io aggiungo che nel frattempo si beccano e trombano).

Ho letto con altrettanto piacere che il Ministro ha presentato ieri un sito dedicato ai disturbi alimentari che si chiama Timshel, parola ebraica che vuol dire “tu puoi” ..sarà mica dedicato a me??

Il portale Timshel, per quanto desolantemente vuoto, nasce con tutti i presupposti per essere un buon punto di riferimento per i navigatori: vi collaborano l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù , L’associazione Bulimia Anoressia ed i partecipanti del progetto Pe(n)sa differente (un progetto di sensibilizzazione sull’argomento). Tra i pochi contenuti pubblicati si trovano la piramide alimentare, ed una testimonianza di una adolescente in crisi per colpa delle merendine e del fast-food.

Sono curioso di vedere come si evolverà, per portare (se magari lo attivano) anche la mia esperienza attraverso un post sul forum.

Tornando all’Isola dei Famosi (che non si è capito per chi siano famosi quei tizi perché io sinceramente, a parte Luxuria ed il mitico Ciavarro, stavolta non ne conoscevo neanche uno) non posso che essere d’accordo con la Meloni. Anche se, più di una volta, non lo nego, ho sognato anche io di trovarmi in una situazione stile isola deserta: sole, mare, tanto nuoto (quando ancora mi entrava la muta facevo pesca sub) e sopratutto poche cose da mangiare, niente tentazioni; la certezza di dimagrire, in un modo o nell’altro, con le buone o con le cattive, in pochissimo tempo.

Non posso che auspicarmi quindi che queste dichiarazioni che condivido possano un giorno trasformarsi in un qualcosa di concreto contribuendo ad un processo di riqualificazione della nostra televisione pubblica. Perché per sentir parlare un nutrizionista in RAI i nostri giovani dovrebbero marinare la scuola per assistere ad Uno Mattina o TG 2 costume e società, mentre per tutto il resto della giornata, sopratutto in prima serata (io parlo da persona che non vive attaccata alla TV, quindi se qualcuno non è d’accordo lo prego di smentirmi)  vanno in onda solo modelli sbagliati.

Ho una figlia che ormai ha quasi due anni ed vivo nella paura che possa acquisire le abitudini alimentari che mi hanno portato all’obesità, o peggio che la possano portare all’anoressia..dico peggio perché di anoressia si muore a 15 anni mentre per l’obesità c’è più tempo per recuperare.
Cosa farò quando mi chiederà di fare danza? la manderò a Judo? e se iniziasse a vedere Amici e quel programma sui tronisti di cui non ricordo il nome? se volesse per forza avere il fisico di una velina?  Riuscirò a recepire ed interpretare correttamente i campanelli d’allarme che il suo comportamento mi invierà quando comincerà ad essere adolescente?

Lo scorso dicembre sono andato con mia moglie a Londra, e tra lo shopping in Oxford Street e più di un Fish & Chips (povero fegato mio quei giorni! ma che sapori!!!) abbiamo visitato il museo delle cere Madame Tussaouds; lì ho visto qualcosa che mi è rimasto veramente impresso: una ragazzina inglese di circa 14 anni che saltellava dalla gioia ed entusiasticamente si metteva in posa accanto alla statua di cera di Kate Moss mentre i genitori, assolutamente ignari di chi fosse Kate Moss scattavano una foto.

Ora, sarà perché, come mi rimprovera sempre mia moglie, sono troppo aggiornato sul gossip perchè di tanto in tanto in ufficio vado a leggere il sito del Tgcom, sarà perché sono per mia passione attento a quello che succede nel mondo della musica rock, io so che Kate Moss è una modella,  con seri problemi comportamentali, di droga ed anoressia e che il suo fidanzato è il classico punkettone tossico tipo Sid Vicus (un alter ego musicista del Sorcio di Romanzo Criminale per chi non lo conoscesse).

Ecco perché mi preoccupo per la mia bambina!
Se ora che ho poco più di 33 anni non riesco a capire cosa mai passerà mai nella testa di una ragazzina quattordicenne per vedere un personaggio come Kate Moss come qualcuno accanto a cui sarebbe bello farsi la foto, cosa farò quando avrò 45 anni e mia figlia 14?
Riuscirò con l’esempio ed il mio lavoro di genitore a bilanciare la valanga di modelli fasulli che questa televisione così consumistica le lancerà addosso??

Ritornando alla dichiarazione di Giorgia Meloni, non mi rimane che sperare in cambiamento in meglio, almeno per il servizio pubblico, in questi 12 anni che mi restano prima che mia figlia diventi adolescente.

Nota: la foto del ministro l’ho presa dal sito http://giorgiameloni.garbatella.it non so che a tipo di diritti sia vincolata… nel caso avesse dei diritti riservati fatemelo sapere per le vie brevi commentando l’articolo così la levo al volo.

Popularity: 6% [?]

Rimonabant: scoperti effetti collaterali

sabato, novembre 24th, 2007

Uno studio effettuato dall’Università di Copenhagen  pubblicato sulla rivista Lancet ha evidenziato gli effetti collaterali (ansia e depressione) dei farmaci dimagranti a base di rimonabant.

Lo studio, effettuato volutamente su “soggetti privi di tendenza ad umore depressivo e quindi di per sé non inclini al disagio psichico” ha evidenziato che le persone coinvolte hanno interrotto l’assunzione di rimonabant perché la probabilità di incorrere in disturbi depressivi e d’ansia è triplicata.

La FDA Food and Drug Administration, (organo statunitense di controllo sui farmaci), aveva già evidenziato la crescita del pericolo di suicidio tra i pazienti in cura con tale farmaco.

Popularity: 3% [?]