Archive for the ‘Pensieri’ Category

Obeso per gioco?

mercoledì, novembre 9th, 2011

Uno scriteriato personal trainer americano ha deciso di abbandonare il suo splendido peso forma per ingrassare volontariamente di 36 Kg e poi fare il percorso al contrario…il tutto raccontato nel suo blog http://www.fit2fat2fit.com/.

Per me è un pazzo, anche se riuscirà nell’impresa e magari ne trarrà anche un buon risultato negli affari, la cosa segnerà negativamente il suo fisico. Questo ragazzo sta facendo del male al suo fegato.

Pare anche che la moglie si lamenti perchè è diventato instabile nell’umore ed ha un calo nell’appetito sessuale… mi stupirei del contrario..

Ora è nella fase finale della fase ingrassante… vi terrò aggiornati su questo suo scriteriato progetto

Popularity: 3% [?]

Possibili controindicazioni della dieta del sondino

giovedì, settembre 22nd, 2011

Sondaggio: vi risultano casi di perdita di capelli con la dieta del sondino? rispondete con un commento all'articolo

Come ho avuto modo di raccontarvi, dopo aver fatto un primo ciclo di dieta del sondino ho deciso di proseguire con una buona dieta bilanciata ed attività fisica.
La cosa, a parte un periodaccio passato quest’estate nel quale ho ripreso un sacco di kg, sta funzionando e piano piano il mio peso va calando.

Sono comunque rimasto molto vicino ad una persona che da febbraio ad oggi ha fatto circa 5 cicli e che alla fine del 4 ciclo (quest’estate) ha avuto una forte caduta di capelli.
Abbiamo fatto una visita tricologica ed è emerso che non vi erano in corso malattie del cuoio capelluto. Il dottore che ha fatto la visita ha ipotizzato il forte stress fisico e psicologico che comporta fare 4 cicli di sondino più o meno uno appresso all’altro nella possibile causa della caduta dei capelli. La caduta si è fortunatamente andata arrestando nel corso dell’estate, ma ora che con l’autunno stanno ripartendo i cicli di sondino per completare il percorso di dimagrimento è forte il mio timore che il fenomeno possa ripresentarsi.

Vorrei chiedere agli ormai tanti lettori e commentatori di questo blog se hanno riscontrato problemi analoghi.

Da quanto scrive nel suo sito  il Prof. Capello “I dati di oltre 30.000 pazienti trattati sono in via di pubblicazione“, fino al momento della pubblicazione purtroppo non ci rimane che affidarci al passaparola ed ovviamente a quello che riporta il Professore.

P.s.
per chi avesse la pazienza di leggerlo sul sito del Prof  Cappello è riportata una pubblicazione della Fe.S.I.N. Federazione delle Società Italiane di Nutrizione sulla NEC con annessi commenti del Prof. Cappello. Ovviamente i nutrizionisti ci danno giù duro ma il Prof. Cappello ribatte colpo su colpo.

Popularity: 9% [?]

Maledetta primavera

martedì, aprile 26th, 2011

Saranno i pollini, o forse il tempo variabile, o le tante ore in più che avrei voluto dormire. Sarà quell’indolenza che mi ha tenuto lontano dalla palestra e dal campo di gioco o le tante energie che mi sta prendendo il lavoro. Fatto sta che va di nuovo male, ho ripreso i 2/3 kg che avevo perso una volta tolto il sondino e mi sento gonfio e nervoso così come non succedeva da tempo.
Non va bene e mi mette in grossa crisi il fatto che proprio oggi ho prenotato per rimettere il dannato sondino.
Perchè lo rimetto di nuovo anche se non vorrei? Perchè in 2 mesi da quando l’ho tolto sono prima dimagrito e poi ingrassato nuovamente e non voglio affrontare l’estate pesando più di 110 kg. Perchè so che soffrirò per 10 giorni e poi mi troverò con 8 kg di meno addosso ed una bella sensazione di sgonfiore e pulizia. Perchè infondo mi mancano 2 cicli per passare dallo stato di obesità a quello di sovrappeso. Perchè quando finalmente avrò perso peso potrò riniziare a giocare a rugby.
Perchè, anche se il Prof. Cappello non è il massimo della simpatia e la cura non costa poco, effettivamente funziona. Quello che sarà dura sarà farsi vedere in giro con quel coso nel naso…

Popularity: 4% [?]

Contea usa bandisce l’Happy Meal, io ho bandito i succhi di frutta

mercoledì, aprile 28th, 2010

Leggo sul sito dell’ANSA che la contea di Santa Clara ha deciso di bandire l’Happy Meal, ovvero quel menù del Mc Donald nel quale, associato ad un pasto pensato per i bambini, viene dato un piccolo regalo. ù

Non so se questo possa essere un valido passo in avanti contro l’obesità dilagante tra i giovani, secondo me chi va al Mc Donald ci va per mangiare e non certo per i regaletti: mia figlia che ha tre anni impazzisce per le patatine fritte o il gelato bianco del Mc Donald, per lei il regaletto è solo un accessorio.

Secondo me l’educazione deve partire dai genitori, se penso alle (poche) volte che ho portato mia figlia al Mc, posso dire che si è trattato sempre di situazioni occasionali come un giro in un centro commerciale che si prolunga troppo o la necessità di mangiare qualcosa al volo…eppure è bastato quel poco a far diventare mia figlia una fan di quei cibi spazzatura…

E’ necessario sensibilizzare i genitori: non fare le  feste di compleanno al Mc Donald, non usare il pranzo al Mc come un occasione speciale o un premio per chi è bravo, tenere il più lontano possibile i propri  figli dai cibi spazzatura è un dovere di ogni genitore, l’educazione alimentare non è meno importante di quella scolastica.

Probabilmente, vista anche la mia storia personale,  ho qualche piccola paranoia  sull’argomento:  ultimamente sto facendo sempre più caso alle etichette nutrizionali dei prodotti che compro per me e la mia famiglia, se acquisto per me controllo la quantità di grassi e/o carboidrati (dipende da quello che sto comprando ovviamente)  se acquisto per la creatura guardo la quantità di zuccheri.

Ho quasi del tutto eliminato i succhi di frutta e sto eliminando gli Yogurt da bambino in favore di quelli da adulto. Non so se vi è capitato mai di assaggiarli, gli Yogrut da bambino sono zuccheratissimi, lo zucchero stimola la produzione d’insulina i picchi d’insulina fanno tornare la fame… un bel circolo viziose…allora tanto meglio uno yogurt classico  non magro con i pezzi di frutta. Ci sono poi gli yogurt da bene con i fermenti lattici dentro che ai bambini piacciono molto (glielo faccio bere con la cannuccia).. Occhio però che non tutti i fermenti lattici fanno effettivamente bene, cercate quelli che hanno il Lactobacillo GG o il Lactobacillo Reuteri, sono ottimi per la prevenzione e cura delle gastroenteriti, gli altri un fanno un fico secco.

Popularity: 2% [?]

Qualche passo in avanti

venerdì, febbraio 19th, 2010

Ieri ho fatto la visita di controllo dal dietologo, questa settimana ho perso 1,8 kg, un buon risultato (me ne mancano solo altri 25 / 30).

Oggi sono stato da un medico chirurgo di cui mi fido molto che ha escluso la presenza di ernie inguinali e mi ha sconsigliato l’operazione per la pubalgia. Devo fare delle infiltrazioni

Popularity: 2% [?]

Maledetta Lordosi!

domenica, febbraio 14th, 2010

Vedete quella curva della colonna vertebrale molto accentuata all'altezza del bacino? ecco, quella è la lordosi!

Uno dei problemi dell’obesità è che ti sballa la postura, la pancia pesa, le gambe pesano, le spalle si incurvano, la spina dorsale ed il bacino non stanno più allineati.

Ecco quindi che compare la lordosi:

La lordosi è caratterizzata da un infossamento profondo della colonna vertebrale nella regione lombare, che proietta indietro il bacino e crea un dorso curvo. (cit. Wikipedia)

Se hai la lordosi le visceri ed il grasso accumulato sulla pancia non pesano più sul bacino ma, essendo spostati in avanti, insistono sui muscoli addominali; I muscoli addominali quindi tendono ad essere sempre parzialmente contratti, questa contrattura genera mal di schiena e,  sopratutto per chi pratica sport può provocare la Pubalgia, ovvero un ispessimento dei tendini all’attacco degli addominali sull’osso pubico, con conseguenti dolori nel correre e camminare.

La pubalgia si può operare (si praticano delle incisioni sui tendini per allungarli) o si può curare con il riposo ed esercizi specifici che spesso coinvolgono un posturologo e che di solito si portano via almeno un paio di mesi (a seconda della gravità della situazione).

Bene tutta questa premessa per dire che ho certamente una pubalgia causata da lordosi, che a detta di un ortopedico che mi ha visitato c’è anche il sospetto di una ernia inguinale, che sono fermo a 4 mesi, che ho ripreso peso, che non mi voglio operare ma che questo mese non ho i soldi per pagarmi la ginnastica posturale,  che non sto usufruendo dell’abbonamento  annuale in palestra che sto pagando tramite finanziamento e ovviamente che non sto giocando a rugby da novembre…mettiamoci pure che è un periodo di merda al lavoro ed il quadro della situazione è completo.

Cerco di arginare la situazione come posso, l’altro giorno sono andato dal dietologo che mi ha ricalibrato la dieta (al ribasso ovviamente) dal momento che sono passato dalle 9 ore di sport in campo e le 10 ore in palestra settimanli alla più completa sedentarietà (mi fa male persino camminare e tossire).

Il nervosismo causato dall’inattività ha contribuito a farmi venire la fame nervosa ed ora riprendere una alimentazione controllata è davvero difficile.

Però penso di potercela fare, ho iniziato questo blog da quasi 3 anni nei quali ho perso una quindicina di chili ed abbandonato la vita sedentaria, è un bel pezzo che non calo ma se non altro è anche un bel pezzo che non peso 130 kg come quando ho iniziato a scrivere… quindi nonostante tutto, anche stavolta, penso di potercela fare.

Anche perchè qui se non si riesce a dimagrire di sicuro si crepa in tempi brevi d’infarto.

Popularity: 7% [?]

Vuoi dimagrire? cambia vita!

martedì, febbraio 9th, 2010

Emerge da un articolo pubblicato sul Journal of American Medical Association e ripreso dal Corriere della sera che se si vuole dimagrire è necessario un reale e duraturo cambio dello stile di vita.

Questo perché esistono dei meccanismi del nostro organismo che generano un adattamento progressivo del metabolismo al fine di evitare cambiamenti dello status quo. Leggo sul Corriere della sera:

DATTAMENTO PROGRESSIVO - Ecco quello che succede se una persona, senza modificare il livello di attività fisica, decide di rinunciare, a partire da oggi, ad esempio, a mangiare la sua fetta di dolce quotidiana. In breve, inizierà a perdere peso, ma proprio per questo il suo corpo avrà ogni giorno bisogno di meno calorie, ci saranno piccole modificazioni ormonali e del sistema nervoso autonomo, così che molto presto la sua perdita di peso si arresterà. È successo che il corpo si è adattato alla nuova situazione. (Citazione dal Corriere della Sera articolo di Danilo di Diodoro del 09 febbraio 2010)

Considerando  il risultato di questo studio affiancato ai tanti altri sudi che dimostrano come la genetica non ci aiuti nel nostro percorso di dimagrimento la situazione potrebbe apparire sconfortante.

Ma d’altra parte a noi piacciono le sfide e i risultati sono più belli se si è faticato per raggiungerli.

…e poi la vita sedentaria è brutta, fare sport è molto più divertente che appassire sul divano.

Popularity: 14% [?]

Il riscaldamento prima di una partita di rugby

martedì, novembre 10th, 2009

Ho trovato su internet un interessantissimo articolo sul riscaldamento prima di una partita di rugby.

Ne consiglio la lettura a tutti i praticanti di questo fantastico sport.

Warm Up e Rugby

Popularity: 6% [?]

Cosa mangiare prima di una partita di rugby

giovedì, ottobre 29th, 2009
Pizzetta ripiena di prosciutto e fichi

Pizzetta ripiena di prosciutto e fichi

Uno dei classici argomenti di discussione sul campo d’allenamento con l’approssimarsi di una partita di rugby è: cosa mangio prima di scendere in campo?

Ne ho parlato con il dietologo e l’allenatore, mi sono documentato su internet ed ho fatto un po’ di prove sul campo.

  • Il dietologo mi ha detto che almento 3 ore prima posso fare un pasto completo come previsto dalla dieta (120 gr di pasta, un secondo, verdura, frutta, pane. Il tutto con poco sale e max 2 cucchiaini di olio).
  • L’allenatore mi ha detto di mangiare una pizzetta al prosciutto un paio d’ore prima.
  • Documentandomi su internet ho trovato un articolo interessante su The Rugby Blog dove si consigliava l’assunzione di carboidrati con un basso indice glicemico prima e dopo la partita.

Negli ultimi mesi ho fatto delle prove sul campo, riuscite più o meno bene:

Il peggior risultato l’ho avuto l’anno scorso (prima di iniziare la dieta) quando sono andato al MC Donald ed ho mangiato 3 hamburger plain (ovvero senza ketchup e maionese) circa 3 ore prima della partita ed ho bevuto 2 redbull immediatamente prima della partita.

E’ andata malissimo: il cibo era troppo pesante e non l’ho digerito per tempo. Inoltre la redbull ha iniziato a fare effetto a partita finita ed alla sera, anche se ero stravolto si stanchezza, avevo voglia di andare a fare un po’ di jogging….

Per tutto l’anno passato sono andato abbastanza bene facendo una colazione leggera sul presto (tazzone di te, fette biscottate e marmellata) ed un pranzo completo come previsto da dieta (120 pasta, carne ai ferri, verdura, 1 frutto, 1 panino)  accompagnato da una redbull circa 3 ore prima della partita.  Ha funzionato di più, arrivavo in campo digerito e bello carico.

La miglior prestazione l’ho avuta la settimana scorsa, mi sono svegliato tardi ed ho fatto una colazione molto ricca (tazzone di te, 1 cornetto alla crema, 1 danese, 1 crostatina alla frutta) ed ho preso a circa 2 ore dalla partita una pizzetta  con lo speck accompagnata da una redbull. La pizzetta era fatta da me, era ricca d’olio ma non conteneva ingredienti diversi da farina, acqua e lievito di birra. La sera prima avevo mangiato relativamente leggero (riso in bianco, verdure bollite, patatine fritte, 1 litro di birra) e l’effetto lassativo della tanta birra forse ha contribuito a farmi correre “più leggero”.

Una costante prima di tutte le partite per me è la Redbull. La bevanda è molto zuccherata e lunga da digerire ma porta notevoli  benefici in termini di resistenza e concentrazione. Conviene berla due ore prima dell’inizio della partita perché il picco plasmatico della caffeina si ha dopo 120 minuti e poi perché spesso ha effetti lassativi (e quindi è meglio essere vicini al bagno di casa). Attenzione però perché la Redbull affatica il fegato, se mangiate male e bevete tanto ed il vostro fegato non è in buone condizioni rischiate di essere degli zombi durante la partita! Cercate anche di tenere sotto controllo i vostri battiti, l’eccesso di caffeina porta alla tachicardia, più in generale vi sconsiglio di provare per la prima volta una redbull prima di una partita, prima fate delle prove per vedere come il vostro metabolismo reagisce alla bevanda.

Dopo la partita: cercate di non ingozzarvi di birra e panini durante terzo tempo, ma non rimanete a digiuno! secondo il nutrizionista della nazionale inglese di rugby bisognerebbe assumere 1g di cairboidrati per kg di peso corporeo ogni ora per otto ore (quindi io dovrei mangiare otto rosette ahahaha)

Grazie ai quotidiani esercizi in palestra le mie prestazioni sono in netto miglioramento ed imputare la buona prestazione in campo alla sola alimentazione è un errore, ma non dimentichiamo che l’alimentazione è un fattore chiave prima di una partita.

Domenica prossima riproverò la formula della colazione abbondante e della pizzetta a pranzo.

Popularity: 14% [?]

Il buongiorno si vede dal mattino: il segreto per controllare la fame durante il giorno

venerdì, ottobre 16th, 2009

pasticciniHo notato che se durante la mattinata mi capita di rompere la dieta con un dolcetto al mattino quando c’è il compleanno di un collega o un qualche evento, poi ho molta più fame durante il resto della giornata.

Sono quindi andato a documentarmi ed ho scoperto come funziona il meccanismo della fame e come questo sia legato alla glicemia e l’insulina:

Le sensazioni di fame e di sazietà sono parzialmente regolate dalla presenza di glicemia nel sangue, se la glicemia è bassa si ha la sensazione della fame. Quando la glicemia è alta il corpo produce insulina per regolarla (l’ipoglicemia e l’iperglicemia possono portare al coma diabetico).

Quando si mangiano cibi ad alto indice glicemico (es un cornetto alla crema), la glicemia ha un picco cui consegue una massiccia produzione di insulina, può accedere quindi che la troppa insulina prodotta durante il picco glicemico riduca troppo la glicemia e si ripresenti molto presto lo stimolo della fame.

Ecco perchè, anche se in teoria dovremmo essere sazi, dopo aver mangiato un cornetto o pasticcino mignon (che contengono una valanga di calorie e carboidrati e quindi in teoria dovrebbero togliere la fame), la fame dopo pochissimo tempo si ripresenta ancora più forte.

Questo meccanismo può portare le persone che mangiano peggio ad avere problemi sulla produzione di insulina ( diabete)  il tutto è spiegato molto bene in questa immagine che ho tratto dal sito www.Cibo360.it

In figura 1a è riportato il caso relativo all’ingestione di carboidrati a basso indice glicemico: la glicemia s’innalza gradualmente, viene secreta una quantità normale d’insulina che riporta gradualmente la glicemia ai livelli precedenti l’assunzione di carboidrati. In questo caso la fame sopraggiungerà dopo circa 3 ore.

Figura 1b: a seguito dell’ingestione di carboidrati AIG (ad Alto Indice Glicemico), la glicemia subisce un brusco innalzamento, viene secreta una quantità notevole d’insulina che causa un’altrettanto brusca diminuzione della glicemia. In una situazione di questo tipo la fame sopraggiungerà dopo circa 1 ora dall’assunzione della stessa quantità di carboidrati.

insulina

La produzione glicemia viene stimolata dai carboidrati con alto indice glicemico, quindi sarebbe bene evitarli.

L’indice glicemico di un alimento indica la velocità con cui aumenta la glicemia in seguito all’assunzione di 50 g dell’alimento. L’indice glicemico è espresso in termini percentuali, rapportandolo alla velocità di aumento con la stessa quantità di glucosio (indice pari a 100): un indice glicemico di 50 significa che l’alimento innalza la glicemia con una velocità che è la metà di quella del glucosio fonte:wikipedia

Capito questo non ci resta che fare riferimento alla Tabella degli Indici Glicemici del Dr. Montignac e cercare di scegliere prodotti con un indice glicemico basso per non passare la giornata straziati dalla fame.

Popularity: 6% [?]