Dieta del sondino – giorno 6. Risultati e riflessioni

febbraio 1st, 2011 by admin

Sono alla fine del sesto giorno di dieta del sondino, nel complesso la cosa procede bene. E’ fortunatamente passato il periodo di pessimismo cosmico che ha caratterizzato i primi tre giorni, la bilancia da dei riscontri assolutamente positivi (un kg al giorno di media) e mi sento tutto sommato bene.

Cominciano però una serie di effetti collaterali: l’alito è fetido a causa dei chetoni in giro per il mio corpo e ho la forza di una vecchia di 95 anni. Ieri era una bella giornata e sono andato a prendere i figli a scuola a piedi, una passeggiata di non più di 50 minuti… oggi le gambe mi fanno così male che mi sembra di aver scalato l’Everest.

Prosegue poi la serie di riscontri con il pubblico con cui vengo a contatto quando lavoro: oggi due persone mi hanno rilasciato due testimonianze che mi stanno facendo riflettere. Una persona mi  ha detto: “Conosco questa dieta, l’ha fatta un mio amico, è dimagrito un sacco, domenica siamo stati a cena insieme, ha mangiato come uno sfondato, sta già riprendendo tutto“.

Un’ altra persona mi  ha detto “Mi moglie ha fatto questa dieta perdendo quasi 25 kg, ma ne ha ripresi molti” allora io gli ho risposto: “Temo il momento in cui dovrò reinserire i carboidrati e bisogna avere la forza di volontà di reggere sul lungo periodo“…la sua risposta è stata: “infatti mia moglie non ce la fa con la testa“.. e questa è la frase su cui sto riflettendo da stamattina.

Avrò la forza di reggere una volta dimagrito?

Dal momento che manca ancora mooolto non mi fascio la testa prima di rompermela.

A distanza di 6 giorni mi sono poi venute in mente alcune considerazioni sulla visita medica che mi ha fatto la dottoressa allo studio del Prof. Cappello: mia moglie (che mi ha pazientemente accompagnato) sostiene che non è stata una visita. Non mi ha fatto una anamnesi, non mi ha sentito il cuore o misurato la pressione, non mi ha chiesto se in famiglia ho precedenti di qualche tipo (diabete, infarto), non mi ha preso la circonferenza della vita, non mi ha prescritto analisi… ma è possibile che si possa indicare una dieta così drastica senza alcuna precauzione? (salvo chiedere se si hanno problemi ai reni o allergia alle proteine del latte).
Le possibili  risposte sono 2:
1) che il Prof. Cappello è uno sprovveduto
2) che il Profl Cappello, alla luce delle oltre 24.000 persone curate sa bene che non ci sono controindicazioni o pericoli

Voglio protendere   per la seconda ipotesi…in ogni caso…. speriamo bene

Popularity: 8% [?]

Leave a Reply


2 - 1 =