Iniziamo con la Nutrizione Enterale Chetogena – fase 1 il corso di formazione

gennaio 19th, 2011 by admin

Come anticipato nel precedente post, ho deciso di iniziare un percorso di dimagrimento con la NEC, ovvero la Nutrizione Enterale Chetogena. Mi infileranno nel naso un sondino nasogastrico collegato ad una pompa che 24 su 24 mi nutrirà con una soluzione proteica. Il mio corpo integrerà le calorie mancanti attingendo alla massa grassa e perderò tra il 7 ed il 10% per mio peso corporeo in 10 giorni. Dopo un periodo di circa 15 giorni di mantenimento potrò fare un altro ciclo e così via fino al raggiungimento del peso forma in circa 4 cicli (nel mio caso).

Devo ancora iniziare la terapia ma ho comunque dato il via al percorso prendendo contatto con lo staff del Prof. Cappello, il professore associato al dipartimento di chirurgia che ha inventato questo metodo rivoluzionario, e partecipando ad un incontro di formazione presso il Policlinico Umberto Primo di Roma.

Partecipare al corso è stata un esperienza tragicomica: una volta prenotati bisogna presentarsi il sabato alle 11.45 in un determinato punto facilmente raggiungibile del policlinico, quindi scortati dalle assistenti del professore si va nell’aula del corso.

Sono arrivato all’appuntamento puntuale e mi sono trovato di fronte circa 400 persone di tutte le età con gradi più o meno gravi di obesità (alcuni veramente impressionanti), dopo qualche minuto le assistenti ci hanno chiesto di seguirle e qui è iniziata la prima prova di sopravvivenza della giornata: una bella camminata a passo veloce tra i fatiscenti palazzi del policlinico con una serie di ostacoli (leggasi serie di scalette) che hanno messo a dura prova i pazienti più pesanti.
Immaginate una fila per due di 400 persone obese che si snoda per il policlinico… a me è venuta subito in mente la marcia del Colonnello Hathi nel cartone animato “Il Libro della Giungla” della Walt Disney:

Siamo quindi giunti nell’aula magna del policlinico dove ci siamo stipati occupando tutti i posti disponibili. Ora apro una breve parentesi per dire che l’aula non ha finestre, che l’aria condizionata (essendo gennaio) era spenta e che le sedie sono veramente piccole. Ecco immaginate le classiche file di sedie delle moderne aule universitarie, inchiodate al pavimento, con il tavolinetto per gli appunti davanti, immaginate ore di stiparci dentro una serie di persone obese, ognuna delle quali, chiaramente, sborda con il sedere dalla sedia, ha delle belle bracciotte paffute, suda e respira copiosamente e spesso rumorosamente.

Breve presentazione e poi visione di questi video:

Nella seconda parte si è dato spazio alle domande che i partecipanti e qui veramente mi è sembrato di essere nel film “Sette chili in sette giorni” o in una riunione di condominio. Una situazione degna di un film di Antonio Albanese. Già perchè da una parte il Prof. Cappello è molto brillante e da buon napoletano (tale mi è sembrato il suo accento) ha sempre la battuta pronta e dall’altra c’è una platea che fa le peggiori domande.
Alcuni esempi tragici:

  1. Domanda: Possiamo lavarci i denti?
    Risposta: Già questa dieta vi fa venire l’alito pesante se non vi lavate i denti sembrerete una fogna
  2. Domanda: la mattina non mi riesco ad alzare se prima non prendo il caffè, visto che ci ha detto che non lo possiamo macchiare e che non posso metterci il dolcificante e che a me il caffè se non è macchiato e dolce fa vomitare, posso metterlo in una siringa e spararlo nel sondino?
    Risposta: (dopo un occhiataccia) ci sono altre domande?

Finita la sequenza di domande chi è di fuori Roma può mettere direttamente il sondino, gli altri prendono appuntamento, si riparte quindi per una bella camminata di passo veloce fino al dipartimento del Prof. per fare mezz’ora di fila e prendere appuntamento.

Bilancio della giornata:
Interessante per i contenuti, angosciante per la situazione (l’aula affollata in primis). Proseguirò con il percorso… sperando di riuscire ad avere la forza di arrivare stavolta fino al peso forma e poi di rimanerci.

Un consiglio:
se decidete di fare lo stesso percorso ed pensate di voler fare una qualche domanda al professore cercate di sedervi avanti nell’aula perchè le persone che stanno dietro proprio non se le fila, inoltre state bene appresso alle segretarie del prof. alla fine del lavoro in aula magna per cercare di essere tra i primi a fissare l’appuntamento ed evitare una buona mezz’ora di fila in piedi in un corridoio poco areato pigiato come una sardina insieme ad altri 300 obesi come voi.

La settimana prossima metto il sondino… vi tengo aggiornati

Se nel frattempo volete altre info sulla NEC visitate il sito del Prof. Cappello. www.gianfranco-cappello.it

Popularity: 7% [?]

One Response to “Iniziamo con la Nutrizione Enterale Chetogena – fase 1 il corso di formazione”

  1. Silvietta Says:

    E’ possibile mettere il sondino anche a PESCARA come quello del prof. Cappello.
    Chi è interessato può visitare il sito web.

Leave a Reply


+ 5 = 9