Sorseggio cioccolata calda

gennaio 6th, 2011 by admin

Sorseggio cioccolata calda, bollente a dire il vero, Ciobar la gianduia: 150 ml di latte, 1 bustina, al microonde finchè non bolle fin quasi ad uscire dalla tazza. Preparata in questa maniera la cioccolata calda Ciobar viene perfetta, densissima, senza grumi, da grande soddisfazione, peccato che questa sia al gianduia: non mi piace, sembra di succhiare un gianduiotto squagliato, è troppo dolce e la cioccolata si sente poco.

Sorseggio cioccolata calda, pensando che non dovrei farlo, e  ripercorro questi ultimi mesi: dall’inattività nello sport dovuta alla pubalgia, al fatto che nonostante non facessi sport sono riuscito a calare una buona quindicina di Chili tra gennaio e giugno e di come li ho ripresi tutti +3 tra giugno e gennaio.

Sorseggio cioccolata calda, sapendo che veramente non dovrei farlo, anche perché, oltre che ingrassarmi non mi sta neanche piacendo sta cazzo di Ciobar al gianduia, e ripenso al mio percorso: magro fino agli 8 anni, grasso fino ai 15, un figurino fino ai 20, gonfio prima di fare il militare ai 22, di nuovo magro e poi sempre  più grasso, tra alti e bassi. Come quella volta che facendo una dieta omeopatica a base di bustine dal sapore atroce sono sceso fino al peso forma salvo poi riprendere 10 chili in neanche un mese, come quella volta che prendendo delle pasticche a base di farmaci per diabetici (Metformina, pseudoefedrina, lipobac) sono dimagrito e poi ho ripreso peso appena smesso.

Sorseggio cioccolata calda, consapevole che alla fine l’unica dieta buona che ho fatto finora è quella che io chiamo la dieta del rugbysta e che in realtà è semplicemente una sana alimentazione tarata per una persona che fa sport e che comunque mi ha fatto dimagrire anche senza fare sport.

Sorseggio cioccolata calda, e mi sono veramente rotto il cazzo di stare a dieta 6 mesi e poi riprendere tutto nei sei mesi successivi. Il problema è di natura psicologica oltre che di ritmo di vita:  se sono di buon umore riesco a fare la dieta, se sono nervoso o entro nel campo da rugby e faccio amichevolmente a capocciate con i miei amici o mangio…e uno mica può essere sempre di buon umore cazzo.

Poi c’è anche un problema di tempi: se devo perdere tra i 30 e i 40 kg per raggiungere il peso forma e se va tutto bene perdo circa 3 kg al mese mica posso stare a dieta un anno e mezzo senza mai sgarrare! pensi: si vabbè esisterà pure una via di mezzo tra lo stare a dieta e mangiare come sfondati… è certo che esiste ma mica è facile.

Comunque l’obiettivo rimane quello, sempre lo stesso, anche se sono passati 3 anni da quando ho iniziato a scrivere questo blog e peso esattamente come pesavo allora: devo dimagrire, non devo morire d’infarto a 50 anni, mi voglio godere la pensione senza condividerla con diabete, ipertensione e chissà cos’altro.

Devo solo rimettermi in pista: ci vuole un cambio radicale, qualcosa che mi dia una scossa e la forza di ripartire bene, per questo o deciso che farò dei cicli di Nutrizione Enterale Chetogena.

Per periodi di 10 giorni mi alimenterò tramite un sondino naso gastrico attraverso il quale assumerò con costanza una soluzione proteica, il mio organismo  in seguito l’infusione lenta di proteine genererà la chetosi, eliminando il senso di fame. Mediamente si perdono grassi per il 10% del proprio peso corporeo durante ogni ciclo. Vale a dire che in 10 giorni dimagrirò quanto sono dimagrito in 4 mesi, dopo 2 settimane di riposo potrò fare un altro ciclo di 10 giorni e così via finché non avrò raggiunto il peso forma in circa 3 mesi.

La tecnica mi pare seria e ben collaudata oltre che poco costosa. Studiata dal Prof. Gianfranco Cappello del Policlinico di Roma.

Si comincia con un corso di formazione che dura 3 ore e si tiene proprio al policlinico universitario de La Sapienza di Roma… vediamo come va… vi aggiorno sui risultati.

Questo è un inquietante video sull’introduzione del sondino:

La cioccolata calda ormai è mezza fredda, e continua a non piacermi, ma la sorseggio lo stesso vittima della sindrome del condannato a morte (io la chiamo così) è quella fase che passo prima di intraprendere una dieta e nella quale mangio come un porco pensando “tanto sto per iniziare la dieta” o “chissà quando mi ricapita” … disagi psicologici per l’appunto…

Popularity: 3% [?]

2 Responses to “Sorseggio cioccolata calda”

  1. Cla Says:

    Ciao!! Ma tutta sta roba te la fai da solo? o sotto controllo medico??? Mi viene il terrore, come fai ad infilarti un sondino???

  2. admin Says:

    Ciao Cla,
    è tutto sotto controllo medico.
    leggi il post successivo

Leave a Reply


4 - 2 =