Archive for febbraio, 2010

Qualche passo in avanti

venerdì, febbraio 19th, 2010

Ieri ho fatto la visita di controllo dal dietologo, questa settimana ho perso 1,8 kg, un buon risultato (me ne mancano solo altri 25 / 30).

Oggi sono stato da un medico chirurgo di cui mi fido molto che ha escluso la presenza di ernie inguinali e mi ha sconsigliato l’operazione per la pubalgia. Devo fare delle infiltrazioni

Popularity: 2% [?]

Maledetta Lordosi!

domenica, febbraio 14th, 2010

Vedete quella curva della colonna vertebrale molto accentuata all'altezza del bacino? ecco, quella è la lordosi!

Uno dei problemi dell’obesità è che ti sballa la postura, la pancia pesa, le gambe pesano, le spalle si incurvano, la spina dorsale ed il bacino non stanno più allineati.

Ecco quindi che compare la lordosi:

La lordosi è caratterizzata da un infossamento profondo della colonna vertebrale nella regione lombare, che proietta indietro il bacino e crea un dorso curvo. (cit. Wikipedia)

Se hai la lordosi le visceri ed il grasso accumulato sulla pancia non pesano più sul bacino ma, essendo spostati in avanti, insistono sui muscoli addominali; I muscoli addominali quindi tendono ad essere sempre parzialmente contratti, questa contrattura genera mal di schiena e,  sopratutto per chi pratica sport può provocare la Pubalgia, ovvero un ispessimento dei tendini all’attacco degli addominali sull’osso pubico, con conseguenti dolori nel correre e camminare.

La pubalgia si può operare (si praticano delle incisioni sui tendini per allungarli) o si può curare con il riposo ed esercizi specifici che spesso coinvolgono un posturologo e che di solito si portano via almeno un paio di mesi (a seconda della gravità della situazione).

Bene tutta questa premessa per dire che ho certamente una pubalgia causata da lordosi, che a detta di un ortopedico che mi ha visitato c’è anche il sospetto di una ernia inguinale, che sono fermo a 4 mesi, che ho ripreso peso, che non mi voglio operare ma che questo mese non ho i soldi per pagarmi la ginnastica posturale,  che non sto usufruendo dell’abbonamento  annuale in palestra che sto pagando tramite finanziamento e ovviamente che non sto giocando a rugby da novembre…mettiamoci pure che è un periodo di merda al lavoro ed il quadro della situazione è completo.

Cerco di arginare la situazione come posso, l’altro giorno sono andato dal dietologo che mi ha ricalibrato la dieta (al ribasso ovviamente) dal momento che sono passato dalle 9 ore di sport in campo e le 10 ore in palestra settimanli alla più completa sedentarietà (mi fa male persino camminare e tossire).

Il nervosismo causato dall’inattività ha contribuito a farmi venire la fame nervosa ed ora riprendere una alimentazione controllata è davvero difficile.

Però penso di potercela fare, ho iniziato questo blog da quasi 3 anni nei quali ho perso una quindicina di chili ed abbandonato la vita sedentaria, è un bel pezzo che non calo ma se non altro è anche un bel pezzo che non peso 130 kg come quando ho iniziato a scrivere… quindi nonostante tutto, anche stavolta, penso di potercela fare.

Anche perchè qui se non si riesce a dimagrire di sicuro si crepa in tempi brevi d’infarto.

Popularity: 7% [?]

Vuoi dimagrire? cambia vita!

martedì, febbraio 9th, 2010

Emerge da un articolo pubblicato sul Journal of American Medical Association e ripreso dal Corriere della sera che se si vuole dimagrire è necessario un reale e duraturo cambio dello stile di vita.

Questo perché esistono dei meccanismi del nostro organismo che generano un adattamento progressivo del metabolismo al fine di evitare cambiamenti dello status quo. Leggo sul Corriere della sera:

DATTAMENTO PROGRESSIVO - Ecco quello che succede se una persona, senza modificare il livello di attività fisica, decide di rinunciare, a partire da oggi, ad esempio, a mangiare la sua fetta di dolce quotidiana. In breve, inizierà a perdere peso, ma proprio per questo il suo corpo avrà ogni giorno bisogno di meno calorie, ci saranno piccole modificazioni ormonali e del sistema nervoso autonomo, così che molto presto la sua perdita di peso si arresterà. È successo che il corpo si è adattato alla nuova situazione. (Citazione dal Corriere della Sera articolo di Danilo di Diodoro del 09 febbraio 2010)

Considerando  il risultato di questo studio affiancato ai tanti altri sudi che dimostrano come la genetica non ci aiuti nel nostro percorso di dimagrimento la situazione potrebbe apparire sconfortante.

Ma d’altra parte a noi piacciono le sfide e i risultati sono più belli se si è faticato per raggiungerli.

…e poi la vita sedentaria è brutta, fare sport è molto più divertente che appassire sul divano.

Popularity: 14% [?]