Daje ar ciccione

novembre 27th, 2008 by admin

PoldoEssere obesi è sgradevole.
È sgradevole per se stessi, perché si suda, si vestono abiti che cadono male, si ha la pelle grassa, si fa fatica ad allacciare le scarpe.
È sgradevole per gli altri che sono costretti a subire la tua obesità quando gli sudi vicino in metropolitana e quando con la tua sola presenza sgraziata ed esteticamente perdente, sintomo della pigrizia, trascuratezza e svogliatezza tipica dell’obeso, incarni ai loro occhi il risultato di tanti difetti della tua scarsa volontà.

Ecco quindi che ai tanti problemi che già uno ha per conto suo si deve aggiungere quella certa insofferenza manifestata dai magri nei tuoi confronti, alle volte è uno sguardo, altre una battuta, altre ancora è far finta che sei trasparente..

Una volta, in vacanza, il negoziante del negozio Outlet che si trova a Tropea (all’incrocio tra Via Roma e Corso Vittorio Emanuele) quando gli ho chiesto se vendeva costumi da bagno taglia 58 (allora non ero ancora così grasso) mi rispose con un sorriso sornione che avrei volentieri riempito di pugni “no devi dimagrire”…sto dimagrendo ma me la sono segnata al dito, per questo vi invito ad evitare quel negozio.

Probabilmente in tanti non si fermano a riflettere sul fatto che una persona possa essere obesa non solo perché ha colpe. Un lavoro da impiegato mal pagato obbliga alla sedentarietà e non permette di pagarsi la palestra; una persona che deve fare un ora di auto per andare e un ora di auto per tornare dal lavoro e poi deve pensare ai figli non ha materialmente tempo per dedicarsi all’attività fisica; se non si ha una mensa in azienda può capitare di mangiare sempre al bar o al Mc Donald; farmaci come il cortisone sono capaci di rovinare l’aspetto di una persona in pochissimi mesi; non tutti hanno una cultura dell’alimentazione; c’è chi quando è sotto stress non mangia e c’è chi invece sotto stress mangia; dove non arriva la cultura arriva il portafogli: al Mc donald costa meno un litro di coca cola che mezzo litro d’acqua.

Insomma secondo me non è giusto pensare che una persona sia obesa solo perché schiava delle sue debolezze. Anche perché poi è per primo l’obeso a soffrire e preoccuparsi della sua situazione. Perché l’obesità, oltre che accorciare le aspettative di vita compromettendo la salute, impatta anche su altri aspetti molto delicati della quotidianità di una persona, è recente infatti uno studio che rivela come i livelli di testosterone (ovvero l’ormone che regola il desiderio sessuale) siano particolarmente bassi nelle persone obese.
Eppure la mia non è una scuola di pensiero condivisa, perché mentre vedo che l’obesità stata riconosciuta dalla cassazione una malattia invalidante e che la corte suprema dal Canada ha deciso che anche se si è obesi e per questo si occupano due sedili di aereo le compagnie aeree non possono far pagare due biglietti trovo in giro ancora tanta intolleranza.

Oggi mi è caduto l’occhio su un video messaggio blog proprio relativo alla sentenza canadese:

Eccessivo? Forse il tizio ha ragione nel dire che mentre una madre con un bambino piccolo è costretta a tenerlo in braccio un obeso occupa due posti pagandone uno…però il tono è decisamente sbagliato.

Come sempre la verità sta nel mezzo.

Popularity: 1% [?]

Leave a Reply


+ 9 = 18